For.Te

I fondi interprofessionali per la formazione continua sono stati istituiti dalla contrattazione collettiva interconfederale. Tra i fondi al momento attivi nel terziario, turismo e servizi c’è il fondo Forte, il quale, dopo la migrazione del settore bancario ed assicurativo, raggruppa i settori del commercio, turismo e servizi e dei trasporti e logistica e fa riferimento alla contrattazione collettiva stipulata dalle organizzazioni sindacali di categoria con Confcommercio e con Confetra (trasporti e logistica).
Forte è stato il primo fondo ad essere costituito grazie alla contrattazione stipulata da Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltics e Confcommercio.

Quas

CASSA ASSISTENZA SANITARIA QUADRI
Nasce il 17 novembre 1989 e attualmente fornisce assistenza ad oltre 70.000 quadri occupati presso più di 17.000 aziende o iscritti alla gestione pensionati. la Cassa garantisce oltre 3.000 prestazioni sanitarie tramite il rimborso delle tasse o tramite le strutture sanitarie convenzionate.

La Qu.A.S. fu costituita tra le associazioni sindacali rappresentative del terziario Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil e l’associazione datoriale Confcommercio e successivamente fu esteso al settore turismo ed ai settori affini.

Nel 2005 si è diffusa e negli anni seguenti si è sviluppata l’esperienza dei fondi sanitari integrativi che si è estesa alla vasta platea dei lavoratori e delle lavoratrici del terziario, del turismo e dei servizi. La prima esperienza a platea diffusa è stata quella del CCNL del turismo (Articolo 156 CCNL Turismo 19 luglio 2003) con la costituzione di FAST, a cui è seguita quella degli studi professionali, Cadiprof, dopodiché vi è stata la nascita di EST, un fondo che oggi asssiste più di un milione di dpendenti del terziario e del turismo (mense e agenzie di viaggio).

Fondo Est

Est ha avuto una grande espansione negli ultimi ani ed è diventato il primo fondo di assistenza sanitaria integrativa.

Nel settore della vigilanza è stato attivato il fodo sanitario Fasiv che sviluppa l’assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti delle imprese che si occupano della sicurezza privata.

Le esperienze dell’assistenza sanitaria integrativa fin’ora sono state quelle che hanno avuto la maggior diffusione, anche per la grande necessità immediata di servizi che è possibile offrire in modo complementare rispetto al servizio sanitario nazionale il quale, per varie ragioni, in questi ultimi anni ha parecchio ridotto le proprie prestazioni, dilatando spesso i tempi di erogazione dei servzi.

Sia i lavoratori che le imprese hanno perciò colto con grande favore lo sviluppo di queste nuove esperienze di assistenza sanitaria integrativa. Recentemente, per la prima volta, i fondi sanitari integrativi sono stati oggetto di un provvedimento legislativo che ha definito le caratteristiche necessarie per far sì che l’onere a carico delle aziende sia fiscalizzabile e nel contempo sono stati stabiliti dalle nuove norme di legge i limiti delle prestazioni che devono prevedere il superamento della soglia minima del 20% per prestazioni di tipo odontoiatrico, di prevenzione e di non autosufficienza, proiettando sempre più i fondi sanitari verso un ruolo sociale e socio assistenziale complementare.

Quadrifor

Tra le esperienze più interessanti nel 1995 è ato, grazie ad un accordo tra Flicams, Fisascat, Uiltucs e Confcommercio, l’isituto bilaterale per la formazione dei quadri del terziario Quadrifor, esteso nel 2007 anche alle aziende del turismo attraverso il contratto nazionale di lavoro.

Quadrifor, il cui core business è la formazione, in questi anni ha svolto un importante ruolo per lo sviluppo professionale dei Quadri associati del settore terziario, attraverso un’offerta a catalogo che ha consentito a moltissimi di loro di partecipare alle diverse proposte. Quadrifor realizza le sue attività formative attraverso l’organizzazione, le pubblicazione e la gestione del proprio “Programma delle attività formative” a cadenza annuale, in collaborazione con un importante network di scuole di formazione di livello nazionale. Per i Quadri e per le aziende inoltre Quadrifor  pubblica, dalla sua costituzione, un bimestrale di informazione “Quadrifor Notizie” che si è reso utile per la sua diffusione dei servizi offerti e della formazione svolta dall’Istituto stesso.

Fon.Te

fon.te

Fon.Te, interessa oggi circa 250.000 lavoratori iscritti che sono periodicamente informati sulla loro posizione previdenziale, oltre a ricevere la comunicazione periodica annuale, con una newsletter trimestrale che fornisce notizie sul Fondo.
In futuro, con la prevedibile evoluzione della situazione demografica del nostro Paese e con la prevedibile evoluzione del sistema previdenziale pubblico, sarà necessario dedicare più attenzione al welfare contrattuale previdenziale.
Infatti il settore del terziario nella sua globalità è caratterizzato da una grande polverizzazione e frammentazione del lavoro e soprattutto da frequenti processi di mobilità o da rapporti di lavoro che non si sviluppano in modo omogeneo durante tutto l’anno o da una forte componente di lavoro part-time.
Tutto ciò consiglia di affrontare più concretamente il tema previdenziale, richiamando anche il ruolo sociale delle imprese, al fine di far crescere la previdenza integrativa, in modo da garantire un futuro previdenziale più certo ai lavoratori ed alle lavoratrici dipendenti, attraverso questa opportunità che finora è stata utilizzata in modo residuale.